Internet e tecnologia

5 MOTIVI PER CUI DOVRESTI UTILIZZARE GLI SPOT WEB PER PROMUOVERE LA TUA ATTIVITÀ

La popolarità dello spot web è esplosa negli ultimi anni.

Scopri i 5 importanti motivi per cui dovresti usarlo per promuovere la tua attività.

Il video crea vantaggi che non troverai altrove

Integrare uno spot web nella tua strategia di marketing online non ti farà solo stare al passo coi tempi. Offre importanti vantaggi che non si ottengono dai contenuti scritti.

Lo spot web ti aiuta a creare una connessione umana memorabile con i tuoi spettatori. Puoi usarlo per mostrare ai visitatori che sei più di un'altra operazione online senza volto e relazionarti con loro a livello emotivo. Ciò si ripaga sotto forma di maggiore portata, credibilità e business rispetto al solo contenuto scritto.

spot web.jpg

Ecco 5 motivi per cui dovresti adottare i video nella tua strategia di marketing online:

1. Ampia copertura

Uno dei vantaggi più importanti dell'utilizzo dello spot web è la copertura estesa che riesce a raggiungere. Con uno spot web avrei accesso a fonti di traffico enormi e gratuite come YouTube, Daily Motion e Vimeo, ed è uno dei modi più convenienti per far conoscere la tua attività.

È semplice per gli utenti incorporare i spot web che produci nei loro siti web e condividerli tramite e-mail o social media. E gli utenti sono molto più disposti a condividere contenuti video che contenuti basati su testo.

2. Testimonial

La visualizzazione delle testimonianze dei clienti è fondamentale per rafforzare la tua credibilità e aumentare la probabilità che i visitatori diventino clienti. Testimonianze intelligenti e strategiche convincono i visitatori a fare affari con te meglio di quanto tu possa mai fare da solo. Un sondaggio di un sito di recensioni video, ha rivelato che gli utenti si fidano delle recensioni dei clienti quasi 12 volte di più delle dichiarazioni delle aziende stesse.

Le testimonianze scritte sono di gran lunga migliori delle testimonianze, ma le testimonianze video superano di gran lunga quelle scritte, risultando molto più interessanti.

3. Includere la propria personalità negli spot web

Lo spot web è uno dei modi migliori per includere la propria personalità nei tuoi messaggi di marketing, creare fiducia e connettersi con gli spettatori a livello emotivo.

Un sacco di scritte risultano noiose e “sterili”. I tuoi visitatori vogliono fare affari con qualcuno che conoscono e di cui si fidano. Anche se sei un vero business che offre un ottimo prodotto, nascondersi dietro un logo aziendale e una copia web anonima ti fa confondere con concorrenti mediocri.

Ma puoi fare qualcosa di memorabile con degli spot web unici nel suo genere e mirati come quelli dell’azienda specializzata Bestspot.it

4. Più memorabile del contenuto scritto.

Siamo esposti a migliaia di messaggi di marketing online ogni giorno. Molti di loro non si registrano nemmeno. Gli utenti di Internet stanno diventando sempre più "ciechi" nei banner pubblicitari; le nostre menti li ignorano a livello subconscio. Anche se i contenuti basati su testo riescono a catturare la nostra attenzione, è altamente improbabile che lo ricorderemo a lungo o agiremo su di esso.

Questo non è il caso dello spot web! Possiamo ignorare la scrittura, ma non possiamo ignorare il video. È molto più probabile che i tuoi utenti ricordino e rispondano ai video rispetto al contenuto scritto.

5. Maggiore visibilità

Uno spot web appare nel 70% dei primi 100 risultati dei risultati di ricerca, quindi l'utilizzo di video per promuovere la tua attività crea enormi vantaggi SEO. I motori di ricerca come Google premiano i produttori di video con traffico gratuito e flussi di visitatori qualificati che possono trasformarsi in clienti. C'è più spazio per creare un spot web che raggiunga la prima pagina delle classifiche di ricerca, anche se sta diventando sempre più difficile dal momento che sempre più aziende adottano video.

I contenuti web che contengono spot web attraggono il triplo di link in entrata rispetto ai messaggi di testo normali . I motori di ricerca trattano i backlink da siti Web affidabili come voti di approvazione per particolari termini di ricerca, quindi il contenuto con molti backlink viene premiato con più alti ranking nei motori di ricerca. Infine, i video aumentano la quantità media di tempo che gli utenti trascorrono sulle tue pagine web. La durata media del sito Web è un'altra metrica importante per valutare le classifiche SEO e ti dà tempo supplementare per convincere i visitatori a diventare acquirenti.

Read more

Influser: il lavoro del futuro

Influser: il lavoro del futuro

Non è un mistero, ormai da anni è in atto una vera e propria rivoluzione grazie all'avvento e alla diffusione di internet e soprattutto dei social. Se da un lato vi sono delle professioni "obsolete", dall'altro sempre più figure professionali vanno a farsi posto in un panorama ormai mutato e in continua evoluzione. 

Read more

Le migliori strategie di investimento aziendali in ambito web

Le migliori strategie di investimento aziendali in ambito web

Investire nella modernità e nelle nuove tecnologie aziendali può voler significare anche un investimento importante nello sviluppo di un sito web per la propria azienda o attività.

Read more

Più della metà degli italiani si è trasferita all’estero

· La percentuale di spostamento in altri paesi europei ha raggiunto il 66%

Un rapporto preparato dalla società di trasporti AnyVan mostra che i movimenti all'estero hanno superato quelli effettuati all'interno del paese. Secondo l'azienda, le richieste durante Aprile 2018 e Aprile 2019 in altre località europee hanno raggiunto il 66%.

L'analisi, che ha preso in considerazione 160000 registrazioni e richieste da diversi paesi europei, ha determinato che gli italiani sono i cittadini che tendono ad emigrare di più. Al contrario, la Spagna mantiene una percentuale di movimenti interni del 92% e la Germania dell'81%, a fronte di un basso 34% calcolato in Italia.

file-11645-media-620x390.jpg

Dove emigrano gli italiani?

I paesi europei con il più alto numero di trasferimenti dall'Italia sono stati la Spagna con il 29,89%, il Regno Unito (18,86%) e a seguire la Germania con il 16,25%.

Il clima, la qualità dei servizi o la somiglianza culturale sono alcuni dei motivi che hanno fatto sì che il paese del sole sia il luogo preferito, non solo dagli italiani ma anche dai cittadini britannici e tedeschi, che la considerano la prima alternativa per trasferirsi. Il numero di italiani in Spagna è di circa 220000.

Per quanto riguarda le città spagnole che hanno ricevuto più immigrazione dall'Italia, Madrid si distingue con il 14,1%, Palma de Mallorca con il 13,1% e a seguire Barcellona con il 12,2%.

Angus Elphinstone, CEO di AnyVan, ha dichiarato che anche l'ultima indagine della sua azienda è stata dimostrata anche che gli italiani si mobilitano internamente con media di 81 chilometri intorno la loro residenza, mentre gli spagnoli mantengono la tendenza a non allontanarsi dal loro luogo di nascita, mobilitandosi in un raggio medio di 37 chilometri.

In termini generali, le città con il maggior numero di variazioni sono state Roma (27,6%), Milano (26,9%), Torino (15,9%) e Bologna (9,2%).

Add a comment

Diritto al divorzio: ecco “Remove the veil, remove the wall” il video-protesta delle donne israeliane.

In uscita “Remove the veil, remove the wall”

il nuovo video-protesta, portavoce delle migliaia di donne “incatenate” in Istraele, private del diritto di ottenere il divorzio

Si chiama “Remove the veil, remove the wall”, tradotto in italiano “Togli il velo, togli il muro”, il primo singolo di Dea, artista-performer israeliana di origine italiana, fervida attivista della Pace fra Israele e Palestina.

Il singolo con video-clip, prodotto dalla casa discografica Morenloud, sarà presto disponibile.

Grazie a questo video-protesta l'artista Dea promuoverà il diritto al divorzio per le donne ebree ortodosse, attualmente negato. Si tratta di un'importante causa per i diritti della donna legata alla questione Medio Oriente.

Agunàt, le donne ebree “Incatenate” alle quali viene negato il diritto di ottenere il divorzio

Manif-donne-Gaza.jpg

Motivo trainante del video-clip “Remove the veil, remove the wall” è una causa per i diritti delle donne che sarà lanciata a livello internazionale: l'artista, come molte altre donne ebree ortodosse, è una agunàh, ossia “ancorata, incatenata”, alla quale il marito rifiuta il divorzio (nell'ebraismo solo l'uomo ha il potere di concedere il divorzio alla moglie e, per di più, in Israele il matrimonio è soltanto religioso e non esiste possibilità di contrarre matrimonio civile). Per poter ottenere il divorzio, la donna è spesso costretta a cedere a tutta una serie di ricatti e soprusi di ogni tipo, nel silenzio assoluto della società e delle istituzioni. Il rifiuto del divorzio da parte del marito spesso impedisce alla donna che lo subisce di rifarsi una vita normale. Con questo video l'artista, raccontando se stessa, si fa portavoce di una vera e propria rivoluzione tutta al femminile, portando l'attenzione internazionale sulla condizione di tutte quelle donne ebree ortodosse “incatenate” dall'abuso di potere maschile che non hanno voce.

Remove the veil, Remove the wall: lo Svelamento di Dea, l'artista-performer israeliana che fa cadere i veli dell'ideologia dinnanzi al muro della divisione

In una stratificazione di significati, il video “Remove the veil, remove the wall” illustra un primo aspetto autobiografico in cui l'artista, che tutti hanno conosciuto come ebrea ortodossa, si libera del velo dinanzi alla barriera difensiva che separa il territorio israeliano da quello palestinese, per diventare una donna completamente diversa, libera di esprimere senza inibizioni la forza della propria femminilità. Il velo, che per anni ha coperto il suo capo, diventa la muleta con cui l'artista in una danza simbolica si batte nell'arena dell'oppressivo patriarcato maschilista. Velo e muro si sovrappongono come materializzazione delle barriere mentali collettive. Se indossare il velo nella cultura ebraica ed islamica è segno di devozione e sottomissione della donna, il togliersi il velo, vero e proprio “svelamento” pubblico, diventa un gesto sovversivo e politico di aperta ribellione alle norme della società patriarcale, causa ed origine del conflitto in atto. Lo scottante tema del velo femminile unisce le donne ebree ortodosse e le donne musulmane, e il gesto impudico ed immodesto di togliere il velo, segno di solidarietà a tutte quelle donne iraniane che per protesta stanno pagando con la detenzione la ribellione all'imposizione del velo, proviene proprio da una donna israeliana, sfatando il mito della lunga inimicizia fra Iran ed Israele.

Invito a diffondere il nuovo video-protesta per accendere il dibattito pubblico

Poiché è facile pensare che questo video provocatorio, dal forte impatto emotivo e culturale, susciterà un dibattito pubblico sia in Israele come tra le diverse comunità mondiali, coinvolgendo in prima persona l'artista e la sua vita sociale, in vista di tutelare la sua incolumità è necessario trovare il giusto supporto da parte di giornali, media ed associazioni per i diritti umani al momento della sua uscita.

Dea (Shazarahel), artista israeliana

L'artista Dea, più conosciuta sotto lo pseudonimo Shazarahel, è un'artista poliedrica, nata e cresciuta a Torino. È autrice di diversi libri che fanno il legame fra l'antica sapienza kabbalistica e la scienza moderna (Dna ebraico, Le tre religioni monoteistiche secondo la Kabbalàh, Kabbalah per vegetariani e carnivori, Fenomeno Madonna alla luce della Kabbalàh,ecc.). Ha recentemente inaugurato Kabbaland Fashion, una nuova linea di abbigliamento Haute Couture e di preziosi gioielli ispirati alla Kabbalàh ebraica (i capi della collezione vengono prevalentemente confezionati presso la prestigiosa Sartoria Artistica Teatrale di Torino). Da molti anni è una fervida attivista di pace in Medio Oriente, aderisce al Women Wage Peace e a diversi movimenti che promuovono il dialogo fra israeliani e palestinesi, fra ebrei e musulmani.

Informazioni e contatti

Potete contattare direttamente l’artista all’indirizzo e-mail: info@kabbalandfashion.com A questo link potete raccogliere alcune informazioni sulla sua attività di dialogo fra israeliani e palestinesi: http://kabbaland.com/MLH/ A questi link potete vedere parte della produzione dell'artista: https://kabbalandfashion.com/ https://www.kabbaland.com/ART/

Vi ringraziamo della Vostra cortese attenzione e restiamo in attesa di un Vostro gentile riscontro. Cordiali saluti. Gabriella De Fazio

Morenloud Records

 e-mail: info@morenloud.com website: http://www.morenloud.com/ facebook: https://www.facebook.com/MORENLOUD twitter: https://twitter.com/morenloud youtube: http://www.youtube.com/morenloud soundcloud: http://soundcloud.com/morenloud

Add a comment

Traslocare ti spaventa? Niente di strano!

Cambiare casa: uno studio rivela quali sono le preoccupazioni maggiori quando traslochiamo

Il 49% delle persone che soffrono di stress causato da un trasloco, hanno come principale timore quello di non riuscire a trovare la casa giusta. Ciò è determinato da uno studio* condotto dalla società inglese di traslochi AnyVan , che ha analizzato varie cause che generano l’inevitabile angoscia del cambiamento.

È normale che i cambiamenti generino paure e che ci sia incertezza nel trasferirsi in un nuovo posto. Secondo gli psicologi, all’interno delle principali cause di stress nell’età adulta, il trasferirsi occupa il terzo posto. Solo la perdita di una persona cara e il licenziamento da un lavoro, provocano più stress negativo.

 

Anche uno studio effettuato nel Regno Unito ha indicato che la seconda ragione per cui si teme di traslocare è quella di fare i bagagli, con il 40%. D’altra parte, il 26% delle persone intervistate ha sostenuto che la loro più grande preoccupazione è quella di disfare i bagagli.

Per gli acquirenti di case, il periodo di tempo tra l’offerta e il completamento della proprietà è un’altra preoccupazione importante. Quasi un quarto (23%) di coloro che cercano di ottenere una casa, temono di non completare l’acquisto con successo.

Consigli per ridurre lo stress durante il trasferimento

Giocare d’anticipo può aiutare a gestire i livelli di stress.

A tal proposito è bene occuparsi di tutte le operazioni che possono essere fatte prima di traslocare, come ad
esempio fare il passaggio della linea internet, pensare in anticipo quali mobili e quali oggetti andranno in ogni stanza.

Tutto questo è utile per sentirsi più padroni della situazione.

Pensare positivo è un’altra cosa fondamentale.

Invece di focalizzarsi su preoccupazioni e pensieri angosciosi è bene concentrarsi sui motivi per cui è stata
presa la decisione di trasferirsi. Fra questi potrebbero esserci il fatto di avere optato per una casa più grande, per una zona più tranquilla oppure il desiderio di stare più vicino alla vostra famiglia. È bene inoltre tenere presente che è assolutamente normale sentirsi sopraffatti e avere delle preoccupazioni durante il cambio casa. Se il carico di lavoro del trasloco è troppo da sostenere, è bene rendersi conto dei propri limiti fisici e
di tempo e decidere di farsi aiutare da ditte specializzate che possono dare un aiuto professionale e rapido.

Far fronte a quattro cambiamenti nella vita

In Europa, mediamente una persona fa almeno quattro trasferimenti durante la propria vita e le cifre tendono ad aumentare tra i più giovani. L’imballaggio degli oggetti personali e il momento del trasloco sono altre preoccupazioni che angosciano le menti di coloro che affrontano un processo di trasferimento.

Secondo Angus Elphinstone, CEO di AnyVan , all’interno delle attività per ridurre lo stress causato da un trasferimento, è fondamentale creare una checklist che permetta di organizzarsi. L'ordine fa la differenza ed etichettare le scatole correttamente riduce anche il numero degli inconvenienti durante la sistemazione.

L’ assunzione di un’assistenza professionale allevia il carico e riduce lo stress durante questo
processo.

come-fare-il-trasloco-300x336.jpg

La tendenza a cambiare casa e paese è sempre più comune nella nostra cultura. Circa 17 milioni di cittadini dell’Unione europea vivono in un paese diverso dalla loro nazione d’origine. Con il giusto aiuto e una corretta pianificazione, è possibile cambiare residenza senza soffrire di stress dannosi. Lo spostamento può essere visto
come un’opportunità di evoluzione e crescita.

*Lo studio ha incluso 2000 persone adulte del Regno Unito.

Add a comment

Irina Dzhul e il Romanticismo in fotografia.

“Il Romanticismo diventa realtà” - Master Class con la famosa ritrattista
internazionale Irina Dzhul nel cuore dell'Oltrepò Pavese
 
L’ucraina Irinza Dzhul, ricercata in tutto il mondo per le sue visioni creative, terrà un Master
Class di due giorni organizzato dall'agenzia fotografica Garnet Creative. All’interno della tenuta
storica Pegazzera, ex Almo Collegio Borromeo sulle colline dell’Oltrepò Pavese, l’11 e il 12
Maggio si realizzeranno ritratti unici, con vestiti studiati e costruiti appositamente per la location
da favola.
Irina-Dzhul-11.jpg
“Sarà la prima di numerose iniziative” racconta Sonia Valdes, amministratrice dell’agenzia
Garnet Creative. “Desideriamo ospitare artisti fotografi di fama mondiale per permettere a
chiunque di imparare nuovi approcci e percorsi nella fase pre e post scatto. Irina Dzhul ci ha
subito colpiti per le conoscenze tecniche che riesce a sposare alla fantasia e alla creatività,
riuscendo così a ottenere immagini perfette, dalle atmosfere oniriche. Le sue foto hanno milioni
di visualizzazioni. Ogni sua opera è colma di magia e bellezza, unica ed irripetibile in quanto lei
crea appositamente i vestiti ed il set per quell'unico, singolo scatto.
Il lavoro di creazione è quasi totalmente realizzato sul set fotografico e non con programmi
grafici. E' questo che Irina davvero speciale”.
 
Il programma è dettagliato ed esaustivo: si inizia conoscendo Irina, per poi passare
all’organizzazione del set e delle modelle, si scatta con luce naturale e in seguito si parlerà e
metterà in pratica tutto ciò che concerne la post produzione. Andrà inoltre a indagare temi
quali l’ispirazione, l’uso dei colori e la psicologia dello scatto volta a sottolineare le emozioni.
Due giornate ricche e piene per rendere ogni fotografia unica e personale, in cui il gusto e
l’impronta di ognuno faranno la differenza.
 
Per partecipare basterà rivolgersi all’agenzia fotografica Garnet Creative, scrivendo all’indirizzo
e-mail: info@garnetcreative.it o telefonando al numero: 0383364320. Il costo complessivo del
Master Class di due giorni sarà di € 350.
--
 
Scheda Organizzatore
Organizzatore dell’evento - Garnet Creative Studio
Con base a Casteggio (PV) un pool di fotografi, specializzati nei principali settori fotografici, si
sono riuniti, oltre che per fornire scatti professionali, per attuare un progetto su larga scala:
diffondere la conoscenza fotografica attraverso Workshop di alto livello.
 
 
www.garnetcreative.it info@garnetcreative.it
 
Garnet Europe S.r.l.
 
Ufci amministrativi e sede operativa
Via Emilia 7/9/11 - 27050 Torrazza Coste (PV)
Studio Fotografco: Via Manzoni 215 - Casteggio
Tel 0383 - 36.43.20 Fax. 0383 - 37.79.17
P. Iva: 02173200185 – Mail: info@garnetcreative.it
 
Scheda Master
Irina Dhzul, nata il 14 giugno 1983.
Vive a Kiev, Ucraina
Laureata nel 2017 presso l’Accademia Nazionale di Belle Arti e Architettura.
Nel 2013 la prima mostra personale “Semplicemente Infanzia” a Kiev, dopodiché seguono altre
7 mostre.
Organizza workshop in tutto il mondo insegnando come fare le foto da favola e si autodefinisce
come fotopittrice
https://www.instagram.com/irinadzhul/
Cartella immagini di riferimento:
https://www.dropbox.com/s/hhtb9221hfu621j/irina.zip?dl=0
Add a comment

On Fire