• Home
  • Internet
  • Come scegliere l'hosting adatto alle proprie esigenze

Come scegliere l'hosting adatto alle proprie esigenze

Lavorando nel web è all'ordine del giorno l'acquisto di buoni piani di hosting che possano supportare il proprio sito web. Purtroppo viste le tantissime tecnologie e offerte a disposizione, l'utente è quasi sempre spaesato e non sa a quale servizio affidarsi. Parlare con il proprio webmaster di questa scelta può essere l'unico modo per evitare brutti errori e dover rifare tutto da capo.

Fortunatamente esistono regole generali da seguire per scegliere il migliore hosting, quello più adatto alle proprie esigenze.

Innanzitutto, prima di scegliere un piano di hosting è fondamentale conoscere la tecnologia con la quale verrà costruito il proprio sito web: se utilizzate un CMS ad esempio, come Wordpress, sarà assolutamente necessario procurarsi un piano di hosting dotato di uno o più database SQL. Questo tipo di CMS infatti genera tabelle che utilizza per immagazzinare alcuni dati come nome, mail e password degli utenti registrati e altri parametri fondamentali.

Una latro fattore da tenere di conto quando si acquista un hosting per CMS è la natura del server: infatti esistono server Windows e server Linux. I server Linux sono i più adatti a questo tipo di siti web. Purtroppo, cisto il nome più familiare, molti utenti inesperti sono portati a scegliere un hosting Windows, che crea molti problemi con CMS come Joomla e Wordpress, complicando, non di poco, la vita del webmaster.

Dati questi consigli molto tecnici, dovete sapere che esistono più tipologie di server: i più economici sono i server condivisi, che ospitano i file di diversi siti web. Uno sarà il vostro, e avrete a disposizione una certa quota di spazio di quel server, quella macchina, mentre il restante sarà concesso ad altri utenti.

Ci sono poi i server VPS, che sono server più performanti e ospitano diversi sistemi operativi. Non possederete un intero server, inteso come macchina fisica, ma virtualmente la situazione sarà molto simile. Questa soluzione è più costosa, ma più potente e più sicura di un hosting condiviso.

Ci sono infine hosting su server dedicati. Questo è il massimo che potete donare al vostro sito web, la casa più grande, più sicura ed accogliente. Visti i costi di manutenzione e noleggio notevoli, non è una soluzione per tutti.

Se stai pensando già di puntare ad uno degli hosting migliori, ti consiglio di riflettere e di continuare a leggere.

Gli hosting condivisi supportano benissimo fino a 400/800 visitatori unici giornalieri. Questo è assolutamente sufficiente alla grande maggioranza siti web, come ad esempio siti web di hotel, ristoranti e attività commerciali senza un eccessivo traffico web. La base di partenza per ogni business, insomma.

Vi consiglio sempre di partire da un condiviso, anche perché potrete sempre ampliare la vostra offerta con upgrade in qualsiasi momento. Questo significa che grazie al supporto del vostro webmaster, o in alcuni casi anche del vostro fornitore di hosting, potrete senza problemi fare il passaggio da un condiviso ad un VPS.

Quello che è importante, più che la taglia quindi, almeno inizialmente, è un piano di hosting sicuro ed affidabile, che protegga a dovere il vostro sito da attacchi di ogni genere e non cada mai offline. Un altro fattore che molti snobbano, o in cui non credono affatto, è la velocità del server: credetemi, ci sono server nettamente più veloci di altri. Ho potuto testarlo su siti web identici dopo una copia.

Perciò, ricapitolando, ecco quella che potrebbe essere una scelta azzeccata per un sito internet nascente:

  • Server Linux
  • Database SQL
  • Piano condiviso
  • Hosting di qualità
  • Possibilità di upgrade

Questo è quanto basta per partire alla grande con il proprio sito internet: è ora di mettersi al lavoro!

On Fire