Come scegliere la scheda SD

Per scegliere la scheda SD che meglio si adatta alle esigenze che si desidera soddisfare, è necessario prima di tutto pensare a quale dispositivo dovrà accoglierla: una scheda destinata a uno smartphone, infatti, con tutta probabilità dovrà essere diversa rispetto a una scheda destinata a una videocamera (nel secondo caso si avrà bisogno di prestazioni più elevate e, quindi, di un prodotto con una capacità maggiore e più costoso). A differenza di quel che si potrebbe pensare, le schede SD non sono tutte uguali tra loro, e anzi è proprio la vasta gamma di soluzioni a disposizione a rendere la scelta piuttosto ardua.

In linea di massima, si può sostenere senza timore di venire smentiti che la migliore scheda SD è quella più grande: in altri termini, tanto più aumenta la capienza quanto più si ha la certezza di beneficiare di performance al top. Attenzione, però: è chiaro che schede più capienti e performanti costano di più rispetto a schede con una capacità minore, ed è proprio questo il motivo per cui è indispensabile valutare le proprie necessità con la massima attenzione. Che senso avrebbe spendere tanto per un prodotto di cui non vengono sfruttate in pieno le potenzialità? Per di più, c'è da tener conto del fatto che non tutti i dispositivi elettronici sono in grado di ospitare le schede più capienti: ci possono essere, per esempio, smartphone non compatibili con le schede dai 64 giga in su.

Come si può notare, prima di approcciarsi all'acquisto di una scheda SD è opportuno informarsi: scoprendo, tra l'altro, che le schede SD sono diverse dalle SDXC e dalle SDHC. Le prime, infatti, non superano i 2 giga di capacità, mentre le altre possono arrivare a un limite massimo di 2 tera: in particolare le SDHC toccano i 32 giga, mentre le SDXC in genere hanno una capacità di 128 giga.

Per comprare la scheda SD migliore non si può fare a meno di verificare le informazioni contenute sulle confezioni: è qui, infatti, che è riportata la velocità delle schede. In particolare, le schede SD di classe 2 si caratterizzano per una velocità minima di scrittura pari a 2 mega al secondo, quelle di classe 4 per una velocità minima di scrittura pari a 4 mega al secondo, e così via anche per le schede di classe 6 e quelle di classe 10. La velocità di scrittura di 10 mega al secondo riguarda non solo le schede SD di classe 10, ma anche quelle di classe UHS 1; vi sono, poi, le schede SD di classe UHS 3, che invece toccano i 30 mega al secondo di velocità.

Prendendo in esame le prestazioni e gli effetti pratici, in conclusione, appare evidente che chi ha la necessità di scattare foto a raffica ha bisogno di una scheda SD particolarmente veloce: basti sapere che un solo scatto realizzato con una Reflex ha un peso di più di qualche mega, il che vuol dire che non si può fare a meno di una SD UHS 1 o UHS 3. 

 

Tags: scheda sd

On Fire