Come trovare la migliore tastiera gaming

Una tastiera da gaming è un accessorio davvero importante per tutti gli appassionati di videogiochi, che sono attenti a ogni dettaglio e sono ben consapevoli del fatto che l'esperienza alla console può migliorare in maniera significativa semplicemente con l'uso di dispositivi di qualità. Per capire come individuare la migliore tastiera gaming, tuttavia, è necessario prima di tutto specificare che le esigenze possono essere diverse a seconda dei casi: un giocatore occasionale, infatti, avrà necessità meno specifiche, e quindi sarà anche disposto a spendere meno, rispetto a un utente di FPS accanito e consapevole di tutte le ultime novità presenti sul mercato.

La questione dei prezzi è una delle più importanti: in genere si può dire che per una buona tastiera non si spende meno di 100 euro, a meno che non ci si voglia accontentare di una tastiera di tipo meccanico non proprio nuova o di una tastiera a membrana. Proprio le tastiere a membrana rappresentano il livello base in questo settore, nel senso che a fronte di prezzi ridotti non assicurano una longevità apprezzabile e offrono performance appena accettabili anche dal punto di vista della precisione.

La maggior parte delle tastiere da gaming occupa quella fascia di prezzo che va dai 100 ai 150 euro: è in questo range che si trovano le soluzioni più comuni, con la quasi totalità dei modelli che è rappresentata da tastiere di tipo meccanico, munite di un tastierino numerico e dotate di una retroilluminazione monocromatica. Questa caratteristica, in particolare, non ha una finalità pratica vera e propria, anche perché con il passare del tempo i giocatori si abituano a trovare i pulsanti anche in assenza di luce, ma ha quasi esclusivamente un carattere estetico. D'altro canto, anche l'occhio vuole la sua parte, e ciò vale perfino per gli accessori per il gaming.

A mano a mano che si sale con i costi, poi, si trovano peculiarità sempre più interessanti e - per così dire - di nicchia: per le funzionalità macro, per esempio, ci sono file di tasti extra che non sono presenti nelle tastiere tradizionali. Anche l'attenzione al design aumenta, non solo dal punto di vista delle forme ma anche sotto il profilo della quantità di colorazioni a disposizione. La retroilluminazione RGB è uno degli esempi più chiari, ma non mancano tipologie di illuminazioni ad hoc, magari proposte solo da alcuni marchi.

Insomma, un utente in cerca di una tastiera da gioco da comprare deve capire, in primo luogo, se intende puntare su una soluzione high-end o vuole privilegiare le peculiarità estetiche del prodotto. A quel punto - sia che opti per un acquisto online, sia che opti per un acquisto in un negozio specializzato o in un centro commerciale - può scegliere tra una vasta gamma di varianti, con soluzioni per tutti i gusti e per tutte le tasche. Il solo consiglio universalmente valido, in sintesi, è quello di preferire le tastiere meccaniche al posto di quelle a membrana, dal momento che sono in grado di durare più a lungo e, quindi, di rivelarsi molto più affidabili.

 

Tags: videogame, tastiera, gaming

On Fire